Dottorato in Filosofia (interuniversity)

Universidad de La Laguna

Descrizione del corso di studi

Leggi la descrizione ufficiale

Dottorato in Filosofia (interuniversity)

Universidad de La Laguna

Sei università spagnole (Università di Alicante, Università di Almeria, Università di Castilla-La Mancha, Universidad de La Laguna , Università di Saragozza, Università di Murcia) svolgono un'alleanza strategica al fine di progettare un Programma interuniversitario di dottorato, che servono per aggiungere professori e ricercatori intorno a gruppi di ricerca e progetti con maggiore impatto ed eccellenza.

Gli studi di dottorato in campo filosofico hanno una lunga tradizione presso l' Universidad de La Laguna . In effetti, l'attuale programma: "Filosofia, cultura e società", integrato all'interno del suo programma ufficiale post-laurea con lo stesso nome, e che ha guadagnato la menzione di eccellenza dal Ministero della Pubblica Istruzione spagnolo (Risoluzione del 6 ottobre 2011 , Riferimento MEE2011-0739, BOE del 20 ottobre 2011) per i corsi 2011/12; 2012/2013 e 2013/2014, ha il suo background immediato nel programma di Dottorato "Epistemologia e Filosofia pratica", valido durante il biennio 1999-2001, 2000-2002, 2001-2003 e 2002-2005 e nel programma di dottorato " filosofia. Teoria e prassi nel mondo attuale "ha insegnato dal 2004.

giustificazione titolo

L'Università, in quanto insegnante di ricercatori e strumento di sviluppo nazionale, regionale e locale, svolge un ruolo fondamentale nella Società della conoscenza. Ma una Società della conoscenza è possibile se riesce a soddisfare tre requisiti fondamentali: produrre conoscenza, principalmente attraverso la ricerca scientifica, divulgare e socializzare questa conoscenza attraverso l'insegnamento, riunioni scientifiche, pubblicazioni, ecc .; e, in terzo luogo, la sua trasmissione e sfruttamento attraverso l'innovazione tecnologica.

L'incidenza fondamentale nella prima missione dell'Università ha i programmi di dottorato. Secondo la struttura dello Spazio europeo dell'istruzione superiore, i programmi di dottorato rappresentano il terzo e ultimo ciclo della traiettoria accademica di uno studente universitario, nonché il primo passo nella carriera di un ricercatore.

Dal momento che la quarta conferenza sul processo di Bologna, tenutasi a Bergen nel 2005, ha sottolineato la necessità di rafforzare i legami tra istruzione superiore e ricerca, l'Associazione europea delle università (EUA), ha condotto condotto uno studio che presenta i principi di base per lo sviluppo di programmi di dottorato. Il rapporto: Programmi di dottorato presso le università europee: risultati e sfide (2007), raccoglie le principali conclusioni sui cambiamenti che l'Europa dovrebbe affrontare se vuole mantenere o attrarre i giovani ricercatori più talentuosi. L'obiettivo è di collocare l'università e il terzo ciclo come uno dei pilastri della nuova Europa della conoscenza, oltre a porre l'Unione europea nella condizione di competere con gli Stati Uniti nella nuova società della conoscenza.

In questo contesto internazionale, la Strategia dell'Università 2015 (EU 2015), approvata dal Consiglio dei Ministri di Spagna il 30 gennaio 2009, dopo essere stata informata dalla Commissione di Scienza e Innovazione del Congresso dei Deputati e successivamente dal Senato, intende collocare l'Università spagnola nel contesto dello Spazio europeo dell'istruzione superiore e della ricerca, migliorando il suo posizionamento globale.

EU2015 propone di realizzare un'ampia riforma strutturale, con particolare attenzione alla razionalizzazione delle lauree e dei dottorati, attraverso l'aggregazione di attività e gli obiettivi strategici delle istituzioni al fine di "aumentare la capacità di ricerca e l'impatto di esso nel progresso, il benessere e la competitività della Spagna ".

Per rafforzare la capacità di ricerca e la competitività internazionale, il governo spagnolo ha definito come obiettivi strategici l'offerta di programmi di dottorato di alta qualità. La Spagna, come l'Europa, ha bisogno di aumentare il numero di ricercatori e i programmi di dottorato sono una pietra miliare per raggiungere questo obiettivo. Ciò significa organizzare programmi di dottorato in modo più strutturato, integrandoli nelle scuole di dottorato, come unità indipendenti specifiche, con una grande componente di qualità nei programmi.

L'Università di Murcia, nel Consiglio Governativo del 23 dicembre 2011, in conformità con il decreto reale 99/2011 del 28 gennaio, che regola gli insegnamenti ufficiali di dottorato, ha creato la Scuola internazionale di dottorato (EIDUM), con una strategia chiara, secondo il suo regolamento sul regime interno: garantire la leadership nei loro settori di conoscenza e una massa critica sufficiente di professori e dottorandi. Per fare questo, ha sollevato alcuni requisiti che devono essere soddisfatti dai programmi di dottorato che vogliono aderire (RRI, articolo 13):

  1. Che tutti i professori che partecipano abbiano un'esperienza di ricerca comprovata.
  2. Che i professori partecipanti accreditino finanziamenti pubblici o privati ​​nelle loro linee di ricerca e produzione scientifica di qualità. Che tra i professori di ciascun programma di dottorato ce ne siano almeno cinque che soddisfano i requisiti minimi stabiliti per essere un coordinatore di un programma di dottorato come stabilito nel regio decreto 99/2011, del 28 gennaio
  3. Che nessun professore di un programma di dottorato assegnato a una scuola possa partecipare ad altri programmi di dottorato della scuola stessa o dell'Università di Murcia.
  4. Inoltre, sarà valutato:
    • Che nelle linee di ricerca del programma partecipino docenti nazionali e internazionali di riconosciuto prestigio, supportato da una ricerca accreditata.
    • Che è un programma interuniversitario che rappresenta una massa critica rilevante all'interno di un'intera area della conoscenza.
    • Fallo diventare un programma internazionale con la presenza di prestigiose università.

Nello specifico, la quarta disposizione transitoria del RRI introduce i seguenti requisiti per l'assegnazione iniziale all'EIDUM:

  1. Che si provi che il programma ha le infrastrutture e i mezzi materiali necessari per il corretto sviluppo delle sue linee di ricerca.
  2. Che il programma abbia almeno 15 dottori.
  3. Il 60% dei membri di facoltà di ciascun programma soddisfa almeno uno dei seguenti requisiti:
    a) Hanno due termini di sei anni.
    b) avere un mandato di sei anni dal cui assegno non siano trascorsi più di sei anni.
    c) Ho diretto due tesi di dottorato negli ultimi cinque anni
  4. Che almeno cinque professori del programma soddisfino i requisiti minimi stabiliti per essere coordinatore di un programma di dottorato come stabilito nel regio decreto 99/2011, del 28 gennaio.
  5. Ogni gruppo di ricerca deve avere almeno un progetto competitivo (internazionale, nazionale o regionale) nei temi delle linee di ricerca del programma. I finanziamenti contenuti in un programma non possono essere utilizzati nella proposta di nessun altro. Affinché il finanziamento possa essere accettato come parte di un programma, il ricercatore principale o responsabile deve essere un professore di detto programma o staff di un'entità che vi collabora.
  6. Che ci sono 25 contributi scientifici degli ultimi cinque anni del personale di ricerca che partecipa al programma di dottorato, in conformità con i criteri stabiliti nella guida alla valutazione dell'ANECA per la verifica degli studi di dottorato ufficiali.
  7. Che il personale di ricerca del programma riguardi almeno 10 tesi di dottorato dirette negli ultimi cinque anni, suddivise tra i gruppi di ricerca del programma con riferimento completo di una pubblicazione scientifica derivata da ciascuna delle dieci tesi, con indicazione dei dati sull'impatto obiettivo di i risultati

Tenendo conto di questo contesto internazionale, nazionale e istituzionale, sei università spagnole (Università di Alicante, Università di Almeria, Università di Castilla-La Mancha, Universidad de La Laguna , Università di Saragozza, Università di Murcia) hanno ritenuto necessario realizzare un'alleanza strategico per la progettazione di un Dottorato Interuniversitario, che è in grado di integrarsi in EIDUM e, in ogni caso, che serve ad aggiungere professori e ricercatori intorno a gruppi di ricerca e progetti con maggiore impatto ed eccellenza.

In particolare, il nostro programma di dottorato interuniversitario, come richiesto dall'EIDUM RRI,

  1. Conto in tutte le sue linee di ricerca con la collaborazione di medici internazionali. In particolare, partecipano 62 ricercatori stranieri.
  2. Rappresenta una massa critica rilevante all'interno del campo filosofico spagnolo. Ha 58 medici (100% dei partecipanti nazionali). Tra questi 14 professori, 36 titolari e 8 professori a contratto (permanente)
  3. Ha le infrastrutture e i mezzi materiali necessari per il corretto sviluppo delle sue linee di ricerca.
  4. Il 62,06% del personale docente (36 ricercatori) del programma accredita 2 o più termini di sei anni. Ci sono 108 sexenios attualmente accreditati. La media su sei anni del numero totale di ricercatori nel programma è 1,86.
  5. 20 professori (34,48%) hanno diretto 2 o più tesi e accreditano 2 o più termini di sei anni; cioè, soddisfano i requisiti minimi stabiliti per essere coordinatore di un programma di dottorato come stabilito nel regio decreto 99/2011, del 28 gennaio.
  6. Tutti i gruppi di ricerca hanno almeno 2 progetti di ricerca competitivi (internazionali, nazionali o regionali) nei temi delle linee di ricerca del programma e i loro principali ricercatori sono professori del programma.
  7. Accredita 25 contributi scientifici degli ultimi cinque anni del personale di ricerca che partecipa al programma di dottorato, in conformità con i criteri stabiliti nella guida alla valutazione ANECA per la verifica degli studi di dottorato ufficiali.
  8. Accredita almeno 10 tesi di dottorato dirette negli ultimi cinque anni, che contano almeno con una pubblicazione scientifica con chiare indicazioni di qualità.

D'altra parte, come giustificazione accademica, dobbiamo sottolineare che il programma di dottorato interuniversitario in Filosofia che presentiamo è legato a vaste tradizioni di ricerca. In particolare, ha tra i suoi predecessori gli attuali corsi di dottorato insegnati nelle università di La Laguna, Saragozza e Murcia.

Infatti, gli studi di dottorato in campo filosofico hanno una lunga tradizione presso l' Universidad de La Laguna . In effetti, l'attuale programma: "Filosofia, cultura e società", integrato all'interno del suo programma ufficiale post-laurea con lo stesso nome, e che ha guadagnato la menzione di eccellenza dal Ministero della Pubblica Istruzione spagnolo (Risoluzione del 6 ottobre 2011 , Riferimento MEE2011-0739, BOE del 20 ottobre 2011) per i corsi 2011/12; 2012/2013 e 2013/2014, ha il suo background immediato nel programma di Dottorato "Epistemologia e Filosofia pratica", valido durante il biennio 1999-2001, 2000-2002, 2001-2003 e 2002-2005 e nel programma di dottorato " filosofia. Teoria e prassi nel mondo attuale "ha insegnato dal 2004.

Questo è anche il caso dell'Università di Saragozza, dove l'attuale programma di dottorato in "Studi filosofici" (RD 1393/2007 con data di verifica 15/07/2009) è il risultato della trasformazione del programma precedentemente insegnato alla Facoltà di Filosofia e Lettere, con il titolo "Filosofia, Storia, Pensiero", dall'anno accademico 1994-1995; così che gli studi di dottorato in Filosofia siano stati impartiti ininterrottamente nella Facoltà di Filosofia e Lettere dell'Università di Saragozza per almeno 18 anni.

Per quanto riguarda l'Università di Murcia, l'attuale programma di dottorato in Filosofia, in vigore dall'anno accademico 2010/2011, è una trasformazione del Dottorato in Filosofia che è stato integrato nell'anno accademico 2007/2008 nel programma ufficiale post-laurea (Master's Doctorate) e che, a sua volta, è stata una trasformazione di due precedenti programmi di dottorato insegnati nel Dipartimento di Filosofia: "Spagna ed Europa, storia intellettuale di un dialogo", che ha ottenuto il Premio Qualità nei bienni 2004- 2006 e 2005-2007 (MCD2004-00446 / MCD-2005 00203); e "La configurazione del soggetto moderno". In ogni caso, gli studi di dottorato nella nostra Facoltà sono stati insegnati ininterrottamente dalla sua costituzione come Facoltà di Filosofia nell'anno accademico 1992/1993.

competenze

Ottenere il titolo di Dottore deve fornire un alto livello di formazione in vari campi, specialmente quelli che richiedono creatività e innovazione. Questa formazione deve avvenire in tre ordini: il personale, la produzione di conoscenza e la diffusione della conoscenza nel suo contesto socio-culturale.

Dal punto di vista personale, i medici avranno acquisito, almeno, le capacità e le capacità personali per:

  1. Sviluppare in contesti accademici ed extra-accademici in cui ci sono poche informazioni specifiche su determinati problemi o problemi filosofici.
  2. Trova le questioni chiave che devono essere risolte per risolvere un problema complesso.
  3. Progetta, crea, sviluppa e realizza progetti creativi e innovativi nel campo della conoscenza filosofica e, in generale, della cultura.
  4. Lavora sia come squadra che indipendentemente in un contesto internazionale o multidisciplinare, creando o integrando reti di ricerca.
  5. Integrare le conoscenze, gestire la complessità, e formulare giudizi con informazioni limitate.
  6. Assumi le critiche e la difesa argomentativa delle soluzioni come parte sostanziale dell'etica della ricerca scientifica.

D'altra parte, gli studi di dottorato garantiranno, almeno, che il dottorando acquisisca le competenze di base che gli consentono

  1. Comprendere sistematicamente il campo di studio proprio della filosofia, oltre a padroneggiare le abilità e i metodi di ricerca relativi a questo campo.
  2. Capacità di concepire, progettare o creare, attuare e adottare un processo sostanziale di ricerca o creazione in diverse aree di ricerca: antropologia sociale, estetica, filosofia e logica teorica e pratica.
  3. Capacità di contribuire all'espansione delle frontiere della conoscenza attraverso la ricerca filosofica originale in diversi campi della ricerca fondamentale.
  4. Capacità di eseguire un'analisi critica e la valutazione e la sintesi di nuove e complesse idee filosofiche, scientifiche o umanistiche.
  5. Capacità di comunicare con la comunità accademica filosofica, umanistica e scientifica, nonché con la società in generale, sui loro campi di conoscenza nei modi e nei linguaggi comunemente usati nella comunità scientifica internazionale.
  6. Capacità di favorire, in contesti accademici e professionali, la riflessione e il progresso scientifico, tecnologico, sociale, artistico o culturale all'interno di una società basata sulla conoscenza.

altre competenze

Gli studi di dottorato dovrebbero fornire, come abbiamo detto, un'alta formazione in diverse aree; tra gli altri, abbiamo citato la diffusione e la promozione della ricerca. In questo senso, lo studente di dottorato deve essere capace di

  1. Espandi le frontiere della conoscenza filosofica o un campo di studio al suo interno, i cui risultati meritano, almeno, una pubblicazione di riferimento a livello nazionale e / o internazionale.
  2. Progetta e sviluppa progetti legati alla tua ricerca in diversi contesti amministrativi che ti consentono di finanziare parte del tuo lavoro.
  3. Incoraggiare, indirizzare e sviluppare in diversi contesti accademici e professionali la ricerca e lo sviluppo culturale nel contesto di una società globale basata sulla conoscenza.
  4. Diretti documenti di ricerca originali.

attività di formazione

  • Quadro generale degli studi di dottorato
  • Seminario permanente di dottorandi
  • Risorse elettroniche Dirigenti bibliografici
  • Congresso Interuniversitario di studenti di dottorato
  • Comunicazione scientifica: scrittura e pubblicazione di articoli scientifici. Presentazione pubblica di risultati scientifici
  • Rimani al centro di ricerca straniera
  • Miglioramento idiomatico

aree di ricerca

  • Linea 1: estetica e teoria delle arti
  • Linea 2: filosofia
  • Linea 3: filosofia morale e politica
  • Linea 4: logica e filosofia della scienza

criteri di ammissione

Criteri di selezione e ammissione al programma

Senza pregiudizio delle disposizioni dell'articolo 7 del regio decreto 99/2011, del 28 gennaio, la selezione e l'ammissione a un programma di dottorato è soggetta alle seguenti regole:

  1. La selezione in un programma di dottorato sarà effettuata dal comitato accademico del programma di dottorato.
  2. Per effettuare la selezione, il comitato accademico utilizzerà i seguenti criteri:
    a. Una valutazione del curriculum accademico (40%).
    b. Una valutazione dei meriti di particolare rilevanza o rilevanza in relazione al programma di dottorato (60%).
  3. In ogni caso, l'ammissione ai programmi di dottorato includerà gli impegni di accesso di cui sopra. Questi complementi di formazione non contano per il limite stabilito per la durata del Dottorato di cui all'articolo 3.2 del decreto reale 99/2011, del 28 gennaio. Ai fini dei prezzi pubblici e della concessione di borse di studio e sussidi di studio, questi complementi di formazione saranno considerati come una formazione a livello di dottorato.

In ogni caso, la risoluzione di ammissione in un programma di dottorato sarà dettata dal Rettore di ciascuna università, su proposta del comitato accademico del corrispondente programma di dottorato e fatte salve le deleghe di competenze o firma che possono essere fatte a favore di centri decani o direttori di scuole di dottorato.

Gli elenchi degli studenti ammessi al programma di dottorato saranno pubblicati nelle bacheche elettroniche e nelle facoltà in cui vengono insegnati, anche se per mezzo di una risoluzione del rettore, potranno essere stabiliti altri mezzi di pubblicità.

Le disposizioni del regolamento e le istruzioni di ammissione e di iscrizione approvate annualmente dalle diverse università del Programma si applicheranno anche alla procedura di ammissione.

Nel caso di studenti con bisogni educativi speciali derivati ​​dalla disabilità, i sistemi e le procedure di selezione e ammissione includeranno adeguati servizi di supporto e consulenza.

registrazione

I dottorandi ammessi a un programma di dottorato verranno iscritti ogni anno come stabilito dal contratto.

La registrazione sarà effettuata nell'unità di gestione prevista a tal fine, in conformità con i requisiti stabiliti nelle regole complementari e le istruzioni di ammissione e iscrizione che sono approvate dalle rispettive università per ogni anno accademico.

Diritti e doveri degli studenti di dottorato

È considerato uno studente di dottorato che, dopo aver accreditato i requisiti stabiliti nel regio decreto 99/2011, del 28 gennaio, è stato ammesso a un programma di dottorato e vi si è iscritto.

I dottorandi hanno i seguenti diritti:

  1. I diritti comuni degli studenti universitari e gli specifici diritti dei dottorandi stabiliti nello Statuto studentesco universitario, approvato con decreto reale 1791/2010, del 30 dicembre.
  2. I diritti che, come studenti, sono riconosciuti e derivano dagli Statuti delle università partecipanti al Programma

I dottorandi hanno i seguenti compiti:

  1. Quelli stabiliti con carattere generale nell'articolo 13 dello Statuto dello Studente universitario e negli Statuti delle università che integrano il Programma
  2. Quelli specificamente derivanti dal regime giuridico contrattuale a cui, se del caso, possono essere soggetti.
  3. Per adempiere agli impegni formativi previsti nella presente relazione.
  4. Svolgere attività di formazione e seminari di ricerca consolidati.
  5. Presentare al regista il lavoro svolto nel formato e con la frequenza concordata in precedenza e inviare il manoscritto della tesi al direttore con ragionevole preavviso della data concordata per il deposito, per la sua revisione finale.
  6. Consulta il tuo direttore prima di svolgere qualsiasi altra attività aggiuntiva all'università, per valutare insieme le possibili ripercussioni sulla tua dedizione alla tesi di dottorato.
  7. Rispettare i requisiti di sicurezza sul lavoro o qualsiasi altra specifica esistente nel luogo in cui si svolge la ricerca.
  8. Rispettare gli standard etici stabiliti dall'università.
Questa scuola offre corsi di studio in:
  • Spagnolo


Ultimo aggiornamento June 19, 2018
Durata e prezzo
Questo corso è Obbligo di frequenza
Start Date
Data d'inizio
Settembre 2019
Duration
Durata
Part time
A tempo pieno
Price
Prezzo
Information
Deadline
Locations
Spagna - Santa Cruz de Tenerife, Isole Canarie
Data d'inizio : Settembre 2019
Scadenza domanda Richiedi info
Data di conclusione Richiedi info
Dates
Settembre 2019
Spagna - Santa Cruz de Tenerife, Isole Canarie
Scadenza domanda Richiedi info
Data di conclusione Richiedi info