Dottorato In Sviluppo Regionale

Universidad de La Laguna

Descrizione del corso di studi

Leggi la descrizione ufficiale

Dottorato In Sviluppo Regionale

Universidad de La Laguna

Il Dottorato in Sviluppo Regionale proposto è il risultato dell'adattamento dell'attuale programma di dottorato in Sviluppo regionale, formazione e occupazione, distinto con la menzione di qualità secondo la risoluzione del 20 ottobre 2008, del Segretario di Stato di Università, per le quali la menzione di qualità è assegnata agli studi di dottorato delle università spagnole per l'anno accademico 2008-2009.

giustificazione titolo

Sfondo del programma

Il Dottorato in Sviluppo Regionale proposto è il risultato dell'adattamento dell'attuale programma di dottorato in Sviluppo regionale, formazione e occupazione, distinto con la menzione di qualità secondo la risoluzione del 20 ottobre 2008, del Segretario di Stato di Università, per le quali la menzione di qualità è assegnata agli studi di dottorato delle università spagnole per l'anno accademico 2008-2009. A sua volta, il programma di sviluppo regionale, formazione e occupazione è il risultato dell'adattamento del programma di formazione, occupazione e sviluppo regionale, con un premio qualità del ministero dell'Istruzione e della scienza nel bando del 2004, in linea con la riforma iniziale degli studi studi post-laurea nel quadro della Convergenza europea nel campo dell'istruzione superiore, e ha la sua genesi negli ultimi anni 90. È in quella data in cui, avvalendosi dell'esperienza pratica in programmi di dottorato, i professori del Dipartimento di L'economia delle istituzioni, delle statistiche economiche e dell'econometria Universidad de La Laguna considerato lo sviluppo di un programma che superava la concezione che, in quel momento, predominava nei programmi di dottorato, e che ha portato molti di questi a costituire un somma di corsi disparati raccolti sotto un titolo generico in grado di coprire le diverse specialità di ciascuno di essi. In questo modo, tenendo conto delle linee di ricerca sviluppate dai membri del Dipartimento, è stata proposta la progettazione di un programma di dottorato che risponderà, da un lato, all'interesse per lo sviluppo locale presente negli enti dell'Amministrazione Locale del Autonomia delle Canarie e, d'altra parte, che a sua volta prenderà in considerazione la vicinanza al continente africano e le relazioni storiche con il Centro e il Sud America.

A quel tempo, c'era già un'ampia bibliografia sull'importanza del binomio locale-globale e la sua incidenza in tutti gli aspetti della pratica sociale, che ha dato l'opportunità di generare un programma di dottorato che serviva l'interesse locale e che Inoltre, grazie al suo contenuto, sarà interessante per gli studenti provenienti da altri campi. La confluenza tra le linee di ricerca sviluppate dal Dipartimento di Economia delle Istituzioni, Statistiche economiche ed Econometria, l'interesse locale e l'impatto del globale, ha portato ad un primo programma, sviluppato congiuntamente con il Dipartimento di Sociologia, incentrato sulla questioni relative all'istruzione, all'occupazione e allo sviluppo locale. La collaborazione iniziale del Dipartimento di Sociologia ha dato al programma il carattere interdisciplinare che, successivamente, per ragioni metodologiche, è stato rafforzato e rafforzato. Successivamente ha aderito al Dipartimento di Geografia e poi al Dipartimento di Diritto Costituzionale e Scienze Politiche, con il quale, e anche se non abbiamo già il Dipartimento di Sociologia, sia il programma di Formazione, Occupazione e Sviluppo Regionale, come l'attuale Il Programma di sviluppo regionale, formazione e impiego ha permesso agli studenti di acquisire le conoscenze necessarie per analizzare, da approcci diversi, realtà concrete e proporre azioni o politiche in generale per lo sviluppo subnazionale.

Il programma di dottorato per la formazione, l'occupazione e lo sviluppo regionale ha iniziato a essere consegnato in Venezuela nel biennio 1999-2001, sotto l'ombrello di diversi accordi quadro firmati tra l' Universidad de La Laguna e diverse università venezuelane (Universidad Experimental de Guayana e Universidad de los Andes ).

Nel 2004, questo programma è stato presentato al bando per il Premio Qualità del Ministero dell'Istruzione e della Scienza, ottenendolo per il biennio 2005-2007, e nel dicembre 2006, l'audit effettuato dall'ANECA, presso la sede Universidad de La Laguna . Universidad de La Laguna , ha portato al rinnovo di questo premio di qualità per detto programma di dottorato. Allo stesso modo, l'attuale programma di sviluppo regionale, formazione e occupazione, a seguito dell'adattamento del programma di formazione, occupazione e sviluppo regionale, ha ottenuto anche la menzione di qualità secondo la risoluzione del 20 ottobre 2008 del Segretario di Stato per le università .

Dal 2008 al 2013, nel programma di dottorato di formazione, occupazione e sviluppo regionale hanno difeso un totale di 18 tesi di dottorato, con il numero di studenti iscritti nell'anno accademico 2012/13 di 55, mentre il numero medio di studenti iscritto al programma negli ultimi cinque anni è 75.

Relazione della proposta con la situazione di ID i del settore scientifico-professionale di sua portata tematica.

Il programma di dottorato proposto in Sviluppo regionale ha le seguenti due linee di ricerca:

Linea 1: Governance, sostenibilità e sviluppo territoriale
Riga 2: politiche trasversali e settoriali, energia e trasporti

Comprendiamo che le due linee di ricerca proposte sono coerenti e coerenti con gli orientamenti e le priorità stabiliti dalle strategie di sviluppo e innovazione stabilite a livello europeo, nazionale e regionale. Così, ad esempio, il Piano nazionale per il 2013-2016 e, più specificamente, il Programma Idi statale orientato alle sfide della società, integra diverse linee di finanziamento che corrispondono agli obiettivi e alle linee di ricerca del Programma proposto.

D'altro canto, l'attuale Settimo programma quadro (2007-2013) presenta diverse linee di ricerca e finanziamento, nell'ambito dei suoi programmi specifici, che presentano sinergie con il programma di dottorato in Sviluppo regionale. Pertanto, il programma di cooperazione si concentra sullo stimolo della cooperazione e sul rafforzamento dei legami tra industria e ricerca in un quadro transnazionale, e include un campo tematico dedicato alle scienze socioeconomiche e agli studi umanistici.

D'altro canto, il programma delle capacità offre ai ricercatori potenti strumenti per rafforzare la qualità e la competitività della ricerca europea, promuovendo investimenti nelle infrastrutture di ricerca nelle regioni meno potenti, nella formazione di poli di ricerca regionali. ricerca e ricerca a favore delle PMI, che sono un importante elemento di ricerca nell'ambito del Dottorato in Sviluppo Regionale.

Infine, il programma People mobilita significative risorse finanziarie per migliorare le prospettive di carriera dei ricercatori in Europa. Questo programma può essere utilizzato nell'ambito del programma per attrarre più giovani ricercatori di qualità.

Inoltre, dal 2010, l'UE ha lavorato all'elaborazione di una strategia che contribuisce all'uscita dalla crisi, che trasforma l'UE in un'economia intelligente, sostenibile e inclusiva che gode di alti livelli di occupazione, produttività e coesione. sociale.

Nel 2010, la Commissione europea ha pubblicato la comunicazione EUROPA 2020, che è una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva (COM (2010) 2020 definitivo). La strategia sopra menzionata comprende tre priorità che si rafforzano reciprocamente che definiscono gli assi su cui progettare le strategie di azione dell'UE, che sono:

  • Crescita intelligente: sviluppo di un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione.
  • Crescita sostenibile: promozione di un'economia che faccia un uso più efficiente delle risorse, che sia più verde e più competitiva.
  • Crescita integrativa: promozione di un'economia con un alto livello di occupazione che abbia coesione sociale e territoriale.

Allo stesso modo, nell'ambito della strategia Europa 2020, sono stati stabiliti cinque obiettivi per il 2020 che stabiliranno il tono del processo e saranno tradotti in obiettivi nazionali: occupazione, ricerca e innovazione, cambiamenti climatici ed energia, istruzione e lotta contro la povertà.

Per raggiungere questi obiettivi, è necessario fornire un'azione coerente, coordinata e globale ai diversi livelli di governance. La Commissione europea ha stabilito, sia per le regioni che per gli Stati membri, l'obbligo di disporre di una strategia di specializzazione intelligente per poter beneficiare dei fondi

delle politiche di coesione per il prossimo periodo di programmazione 2014-2020. In altre parole, l'esistenza di strategie regionali basate sulla specializzazione intelligente è inclusa come elemento di condizionalità ex ante che subordina il finanziamento dell'ID i nel quadro della Coesione 2014-2020.

Le strategie nazionali e regionali di innovazione per la specializzazione intelligente (strategie RIS3) consistono in programmi integrati di trasformazione economica territoriale. In questo senso, la seguente tabella mostra gli aspetti che evidenziano la congruenza delle linee di ricerca del Dottorato in Sviluppo Regionale (Linea 1: Governance, Sostenibilità e Sviluppo territoriale e Linea 2: Politiche trasversali e settoriali, Energia e trasporti) con gli obiettivi dell'agenda RIS3:

Nel luglio 2013, la Comunità autonoma delle isole Canarie ha presentato la sua "Strategia di specializzazione intelligente delle isole Canarie 2014-2020", che mira a gettare le basi per la formulazione, il consenso e lo sviluppo di una "Strategia di specializzazione intelligente" adattata alla realtà della Comunità autonoma delle Canarie nel quadro della strategia Europa 2020.

Nel valutare la relazione tra gli obiettivi strategici regionali e altri documenti di pianificazione della politica di coesione dell'UE per il periodo 2014-2020, l'analisi rivela un notevole grado di coerenza, che riflette l'importanza data in la regione ai fattori di competitività, produttività e politiche volte ad accrescere il potenziale di crescita e rafforzare la coesione sociale, il che fa convergere la strategia di sviluppo regionale verso gli stessi parametri di conoscenza, innovazione e valorizzazione del capitale umano in tutti i casi.

Allo stesso modo, il programma di dottorato proposto in Sviluppo regionale, con una formazione avanzata nella ricerca, può contribuire alla specializzazione intelligente delle regioni, rendendo possibile, tra gli altri aspetti, l'identificazione delle caratteristiche e delle risorse esclusive dell'area di studio in questione, i suoi vantaggi competitivi e un'adeguata governance nel processo in modo che sia possibile riunire i partecipanti attorno a una strategia di sviluppo.

Pertanto, lo sviluppo di studi che contribuiscono alla formazione di ricerca di qualità nel settore dello sviluppo regionale è di interesse strategico per la nostra regione, consentendo alla formazione avanzata di ricercatori in questo campo di contribuire alla creazione di una massa critica di conoscenze che serve promuovere uno sviluppo economico e sociale sostenibile. Il programma proposto mira a soddisfare questa esigenza sociale, coprendo il divario che si osserva attualmente nel campo dell'istruzione superiore nella nostra regione in questo settore.

I dati dell'ufficio statistico dell'Unione europea collocano le regioni ultraperiferiche tra le più colpite dal problema della disoccupazione. Ad eccezione delle Azzorre e di Madera, il resto delle regioni ha registrato tassi di disoccupazione ben al di sopra della media UE. Infatti, Reunion, Isole Canarie, Guadalupa, Martinica e Guyana sono tra le dieci regioni dell'Unione Europea con il più alto tasso di disoccupazione, con le Isole Canarie al primo posto in questa classifica. Ciò riflette la fragilità e la vulnerabilità dell'economia delle regioni ultraperiferiche e in particolare delle isole Canarie.

Nel caso delle Isole Canarie, che è la regione con il più alto tasso di disoccupazione, va notato che nel periodo 2007-2011 il loro tasso di disoccupazione è aumentato di oltre 12 punti percentuali. L'impatto della crisi ha avuto un impatto brutale sull'economia reale dell'arcipelago. Nel secondo trimestre del 2007 il tasso di disoccupazione nelle isole Canarie era del 9,7%, in due anni e mezzo era quasi triplicato. Questo episodio non è nuovo nella recente storia economica dell'arcipelago, anche se sta diventando sempre più virulento, un chiaro sintomo dell'esaurimento delle linee guida su cui è stata sostenuta fino ad oggi la crescita nelle isole.

Allo stesso modo, una delle caratteristiche più preoccupanti della disoccupazione in Spagna e nelle isole Canarie è la disoccupazione giovanile. A livello nazionale, prima della crisi i tassi di disoccupazione delle attività tra 20 e 24 anni erano il doppio della media, e quella dei giovani sotto i 20 anni era più che tripla. Dall'irruzione della crisi economica, queste percentuali sono notevolmente aumentate, attestandosi rispettivamente nel 42 e nel 60 percento.

Entro il 2012, il tasso di disoccupazione giovanile nelle isole Canarie è superiore alla media registrata a livello nazionale di quasi 10 punti percentuali e triplica la media registrata a livello dell'UE-27. C'è anche una maggiore incidenza delle differenze di genere nel mercato del lavoro delle Canarie.

La coincidenza in queste enclavi ultraperiferiche di alti tassi di disoccupazione con battute d'arresto nei livelli di convergenza è preoccupante. In effetti, la fragilità strutturale delle RUP implica che il rischio di divergenza è un fattore permanente che, se non adeguatamente considerato, può seriamente danneggiare il principio delle pari opportunità.

Per quanto riguarda l'evoluzione dell'indice di competitività regionale dell'Unione, anche la situazione per le RUP non è favorevole. Questo indice comprende una vasta gamma di questioni relative alla competitività, all'innovazione, alla qualità delle istituzioni, delle infrastrutture (comprese le reti digitali) e alle misure di salute e capitale umano, e sarà uno strumento cruciale nell'assistenza Le regioni dell'UE devono stabilire le giuste priorità per aumentare ulteriormente la loro competitività.

Analisi e previsione della domanda accademica, sociale e / o professionale a livello nazionale e internazionale

A causa dell'esperienza del Dottorato "Formazione, occupazione e sviluppo regionale" e del Dottorato "Sviluppo regionale, formazione e occupazione", per il programma proposto si considera che la domanda potenziale da parte degli studenti procederà, fondamentalmente, degli studenti laureati nelle seguenti lauree come potenziali candidati per gli studi post-laurea:

  • Laureati / laureati: economia; Amministrazione e gestione aziendale; geografia; Sociologia; Scienze politiche; e giusto
  • Diplomi / laureati: studi commerciali; Contabilità e finanza; turismo; e lavoro sociale La media annuale dei laureati (2007 / 08-2011 / 12) per il numero totale di laureati considerati è di 776 laureati, che rappresentano quasi il 50% della media annuale dei laureati nel settore delle scienze sociali e giuridiche di l' Universidad de La Laguna in quel periodo, e quasi il 28% della media dei laureati annuali di tutta l' Universidad de La Laguna nel periodo considerato.

D'altra parte, i dati ottenuti nel sondaggio condotto dal team decanal della Facoltà di scienze economiche e commerciali tra gli studenti degli ultimi anni del Bachelor of Economics e il Bachelor di ADE per raccogliere informazioni utili per la progettazione dei programmi di laurea, ne consegue che:

  • Del numero totale di studenti che avevano pianificato di terminare gli studi universitari in quell'anno, oltre il 20 percento aveva previsto di fare studi post-laurea, mentre la percentuale di studenti che non aveva ancora deciso era del 57 percento.
  • Tra gli studenti che avevano programmato di terminare la laurea quell'anno e che avevano deciso di seguire un corso post-laurea, oltre il 36 per cento voleva studiare Universidad de La Laguna . E di coloro che hanno finito i loro studi ma non hanno deciso se farebbero gli studi post-laurea, circa il 40 per cento ha preferito farlo Universidad de La Laguna .

Per quanto riguarda il numero medio di laureati nei master ufficiali dell'ULL negli anni accademici dal 2007/08 al 2011/12, si può notare che oltre il 60 per cento corrisponde ai diplomi di master ufficiale nel settore delle scienze sociali e legali .

Data la mancanza di disponibilità di dati completi sui risultati dei programmi di dottorato e che il programma proposto è il risultato della trasformazione iniziale del programma di dottorato "Formazione, occupazione e sviluppo regionale" e dell'attuale "Sviluppo regionale, formazione e occupazione ", il comportamento che ha registrato la domanda di questi programmi di dottorato è molto utile per stimare la domanda futura del Dottorato in Sviluppo Regionale che viene proposto. Tali dati sono raccolti nei punti 3.3 e 8.3 della presente relazione.

D'altra parte, il potenziale per attirare studenti stranieri è alto. Dal biennio 1999/2001, il programma di dottorato per la formazione, l'occupazione e lo sviluppo regionale è stato insegnato in Venezuela nell'ambito dell'accordo firmato tra l' Universidad de La Laguna e diverse università venezuelane (Universidad Experimental de Guayana (UNEG) e Universidad de Los Andes (ULA) Il mantenimento di questo quadro di cooperazione e la sua espansione nel nuovo scenario del SEE sono importanti. Il lavoro svolto in questi anni, così come il successo del programma, hanno avuto un impatto molto favorevole sulla proiezione internazionale Universidad de La Laguna , interessati al nostro programma di dottorato in altre università del Sud America e che culminano in nuovi accordi di collaborazione con Brasile e Messico, mentre siamo in contatto con diverse università latinoamericane per lo stabilimento

di accordi di collaborazione che incorporano studi post-laurea (Master e dottorato in Sviluppo regionale).

Nel programma di dottorato abbiamo anche studenti universitari provenienti dal continente africano, e sicuramente nell'ambito del nuovo ruolo che l'Unione europea assegna alle regioni ultraperiferiche nel quadro della cooperazione con paesi terzi, le Canarie hanno un enorme potenziale per diventare non solo una piattaforma logistica ma, soprattutto, in una piattaforma di formazione, contribuendo in questo modo allo sviluppo del continente confinante in un'area cruciale come lo sviluppo regionale. La formazione avanzata che i diplomati di questi paesi possono acquisire sarebbe indubbiamente molto utile per il processo decisionale e la progettazione e l'attuazione di programmi di sviluppo regionale a lungo termine. Le isole Canarie sono in una situazione molto vantaggiosa per essere una piattaforma di formazione avanzata per i laureati di questi paesi. A questo proposito, evidenziare l'accordo di collaborazione con l'Università di Katyavala Bwila (UKB-Angola) e quelli in fase di negoziazione in altri paesi del continente africano.

Gli studenti con full-time e part-time

Il Dottorato in Sviluppo Regionale, nel suo primo anno di attuazione, propone un totale di 20 nuovi posti di ammissione, di cui 8 per studenti part-time.

Affiliazione del programma alla Scuola di dottorato e relazione con la strategia ID i della ULL

L' Universidad de La Laguna ha approvato, nella sessione del 26 settembre 2013 del suo Consiglio direttivo, il regolamento per la creazione della Scuola di dottorato, in cui saranno integrati tutti i programmi ufficiali di dottorato. In detto Regolamento si stabilisce che, fino alla effettiva creazione di detta Scuola, i programmi saranno attribuiti alle Facoltà nelle quali insegnano. Nel caso del programma proposto, il centro di affiliazione è, quindi, la Facoltà di scienze economiche e commerciali.

Il programma di dottorato proposto non è (ancora) attribuito a una scuola di dottorato perché l' Universidad de La Laguna approvato, in sede di Consiglio direttivo del 26 settembre 2013, il Regolamento operativo della sua Scuola di dottorato, a tutt'oggi oggi non ha iniziato la sua attività, quindi i programmi di dottorato ufficiali dell'ULL rimarranno, temporaneamente, assegnati alle Facoltà in cui vengono insegnati o quelli che li hanno proposti, come stabilito nel Regolamento didattico Dottorati della ULL. Nel nostro caso, tra gli attuali Programmi di Dottorato Ufficiali dell'ULL è il Dottorato in Sviluppo Regionale, Formazione e Occupazione, che

Ha la menzione di qualità con risoluzione del 20 ottobre 2008, dalla Segreteria di Stato delle università, che è insegnata presso la Facoltà di scienze economiche e commerciali e che costituisce la base su cui è stata costruita la presente proposta.

D'altra parte, dobbiamo sottolineare che l' Universidad de La Laguna non ha ancora un piano di identificazione specifico, sebbene abbia un piano di ricerca strategica, che è stato preparato nel 2008 e che inquadra le linee di ricerca sviluppate nel attuale programma ufficiale di dottorato in Sviluppo regionale, formazione e occupazione e quelli del programma di sviluppo regionale proposto. Ad esempio, a pagina 15 del Piano strategico, vengono evidenziate queste due opportunità per la pianificazione dell'attività di ricerca dell'ULL nella sezione CC sociale e legale, che sono strettamente correlate al tema del programma di Dottorato proposto:

  • le richieste di alternative all'attuale modello di sviluppo nella società delle Canarie,
  • l'aumento delle iniziative e dei programmi nell'ambito europeo che promuovono la cooperazione con l'Ibero-America e l'Africa, nonché con le regioni ultraperiferiche.

Allo stesso modo, il tema dello sviluppo regionale è un problema trasversale nel Tricontinental Atlantic Campus,

Campus of International Excellence of the Canary Islands (CEI). Va notato che tra le azioni contemplate nel CEI vi sono quelle relative al consolidamento della rete UNAMUNO delle università delle regioni ultraperiferiche dell'Unione europea (RUP), che è guidata dalle due università pubbliche delle Canarie (l' Universidad de La Laguna e quello di Las Palmas de Gran Canaria), e in cui i ricercatori partecipano direttamente ai membri del programma di dottorato proposto, conducendo azioni di ricerca relative all'integrazione di università africane e progetti di ricerca focalizzati su temi di sviluppo regionale e sostenibilità. Allo stesso tempo, vorremmo sottolineare che il CEI (che costituisce un impegno strategico fondamentale Universidad de La Laguna , come dimostra il fatto di avere un Vice-Rettore esclusivo per la sua gestione) ha promosso e rafforzato gli accordi e le alleanze del Programma. di dottorato in Sviluppo regionale, formazione e occupazione con altre università attraverso il suo programma di internazionalizzazione, come parte della strategia chiave del CEI stesso.

Infine, si noti che le linee incluse nel programma di dottorato proposto sono anche in linea con quanto indicato nel Piano statale per la ricerca scientifica e tecnica e l'innovazione 2013-2016, che incorpora argomenti relativi allo sviluppo regionale che coprono questioni correlate con l'economia del lavoro, la formazione, la pianificazione regionale e l'ambiente, tra gli altri.

Allo stesso modo, comprendiamo che le linee di ricerca del Dottorato proposto sono relative alle linee prioritarie indicate nel Orizzonte 2020 recentemente approvato (in particolare, tra le Sfide della Società, che include la bioeconomia, la terza, è dedicato all'energia sicura, pulita ed efficiente, il quinto è dedicato all'ambiente, e il sesto, chiamato "L'Europa in un mondo che cambia, società inclusive, innovative e riflessive", in cui sono inquadrate le questioni relative allo sviluppo economico e sociale sociale, innovazione e benessere), il rapporto con questo nuovo programma è tale che alcuni dei ricercatori che dirigono e partecipano alle linee di ricerca del programma di dottorato proposto sono, in questo momento, preparando proposte di progetto che verranno presentate nelle prossime chiamate europee.

A livello regionale (Isole Canarie), il Piano integrato di identificazione delle isole Canarie i 2011-2015, che costituisce una pianificazione a breve e medio termine nel campo della ricerca, dell'innovazione e della società dell'informazione, comprende programmi volti ad accrescere le conoscenze, a progredire Innovazione e miglioramento della competitività aziendale. Pertanto, tra i sette valori che sono espliciti, i primi quattro sono direttamente correlati ai temi sviluppati nel programma di dottorato qui presentato, come ad esempio:

  • Competitività economica basata sulla conoscenza
  • Sviluppo sostenibile
  • Occupazione di qualità
  • Allenamento e attrazione del talento

Riteniamo, quindi, che sia a livello europeo (UE), nazionale (Spagna), e regionale (Canarie), e naturalmente presso l' Universidad de La Laguna , l'accento sia posto sulle strategie e azioni relative allo sviluppo regionale , formazione e occupazione da una prospettiva multidisciplinare, che costituiscono i nuclei tematici che sono inclusi nel nuovo programma di dottorato di sviluppo regionale che è stato proposto, e che sono stati sviluppati anche nell'attuale programma di dottorato fino ad oggi, che costituisce la base su cui è formulata questa nuova proposta.

Composizione della commissione tecnica e del comitato accademico iniziale

Al fine di specificare questo rapporto, è stata istituita una commissione tecnica per la sua preparazione, e un coordinatore accademico e un comitato accademico, richiesti nello studio di fattibilità del programma, sono stati proposti su richiesta dell'ufficio del vice-rettore competente. PhD.

Commissione tecnica:

  • Signora Carmen D. Wehbe Herrera
  • La signora Flora Mª Díaz Pérez
  • D. Serafín Corral Quintana
  • Sig. José L. Rivero Ceballos
  • D. Francisco J. Martín Álvarez
  • Sig. José Adrián García Rojas
  • D. Jesús Hernández Hernández
  • Preside della Facoltà di scienze economiche e commerciali
  • Coordinatore della qualità della Facoltà di scienze economiche e commerciali

Coordinatore accademico:

  • D. Carlos J. Rodríguez Fuentes

Commissione accademica:

  • Coordinatore accademico del programma di dottorato
  • Preside della Facoltà di scienze economiche e commerciali, o delegata
  • Segretario del Comitato Accademico del Master in Sviluppo Regionale
  • 4 professori / ricercatori delle due linee di ricerca presentate dal Dottorato

competenze

di base

  • CB11 - comprensione sistematica di un campo di studio e padronanza delle competenze e metodi di ricerca legati al settore.
  • CB12 - capacità di concepire, progettare o creare, implementare e adottare un processo di ricerca e di creazione.
  • CB13 - capacità di contribuire ad ampliare le frontiere della conoscenza attraverso la ricerca originale.
  • CB14 - Capacità di eseguire analisi critica e la valutazione e sintesi di idee nuove e complesse.
  • CB15 - Capacità di comunicare con la comunità accademica e scientifica e la società in generale, nelle materie di loro competenza nei modi e linguaggi di uso comune in comunità scientifica internazionale.
  • CB16 - capacità di promuovere, in contesti accademici e professionali,,,, il progresso artistico o culturale scientifico tecnologica sociale in una società basata sulla conoscenza.

Abilità e competenze personali

  • CA01 - navigare nostri contesti in cui ci sono poche informazioni specifiche.
  • CA02 - Trovare le domande chiave cui si deve rispondere per risolvere un problema complesso.
  • CA03 - per progettare, creare, sviluppare e lanciare progetti nuovi e innovativi nel suo settore di competenza.
  • CA04 - Lavori in attrezzature e in autonomia in un contesto internazionale e multidisciplinare.
  • CA05 - integrare le conoscenze, gestire la complessità, e formulare giudizi con informazioni limitate.
  • CA06 - Critica e la difesa di soluzioni intellettuali.

altre competenze

  • CG1 - L'acquisizione di competenze aggiuntive non è contemplata

attività di formazione

  • Partecipazione a workshop e / o seminari sulle metodologie di ricerca applicate alle scienze sociali
  • Collaborazione nell'organizzazione di seminari, workshop, congressi, ecc.
  • Seminari tenuti dal personale docente e di ricerca che partecipa al programma (compresi i visiting professor)
  • Partecipazione a congressi specializzati
  • Partecipazione attiva a seminari organizzati dal comitato accademico del programma di dottorato
  • Preparazione di un articolo scientifico
  • Soggiorni in Centri ID (i)

aree di ricerca

  • Linea 1: Governance, sostenibilità e sviluppo territoriale
  • Riga 2: politiche trasversali e settoriali, energia e trasporti

criteri di ammissione

Per essere ammessi al Dottorato in Sviluppo Regionale, è necessario rispettare i requisiti generali di accesso indicati nella sezione precedente.

Per quanto riguarda l'ammissione al programma, il Regolamento ufficiale di dottorato Universidad de La Laguna (Risoluzione del 17 gennaio 2013) stabilisce che i comitati accademici dei programmi di dottorato possono stabilire requisiti e criteri aggiuntivi per la selezione e l'ammissione degli studenti corrispondenti al programma. Poiché il programma proposto non include requisiti di ammissione specifici o aggiuntivi, il Comitato accademico, tenendo conto dei requisiti generali di accesso precedentemente menzionati, prenderà in considerazione

i seguenti aspetti - con i pesi indicati - nel valutare e risolvere le domande di ammissione al Dottorato:

  • Il CV del candidato (35%). Gli aspetti relativi al grado e / o agli studi di master che il candidato ha, così come le qualifiche ufficiali, i corsi e le attività di formazione ricevute e / o insegnate, e il resto delle attività e dei meriti contenuti nel CV che la Commissione valuterà saranno fondamentalmente valutati. Accademico (motivato) considera più adatto per lo sviluppo dell'attività di ricerca nel quadro delle linee di ricerca del programma).
  • Le qualifiche conseguite nel grado e / o master (25%), corrispondente al 10% nel grado e il restante 15% agli studi del Master.
  • Precedenti studi di ricerca (materie di iniziazione alla ricerca e master), partecipazione a progetti di ricerca o contratti di ricerca (10%)
  • Accreditamento della conoscenza delle lingue (15%). Acredit un livello A2 corrisponde al 5% e un livello B1 al 10%; l'accreditamento di livello B2 (o superiore) corrisponde al 15%.
  • Esperienza professionale in settori relativi alle aree di conoscenza del programma e all'attività di preparazione e gestione delle politiche pubbliche (15%)

Il Regolamento ufficiale di dottorato Universidad de La Laguna stabilisce che l'ammissione ai programmi di dottorato può includere il requisito di specifici complementi di formazione, in linea con i profili di ammissione stabiliti per il corrispondente programma di dottorato. Questi componenti aggiuntivi

La formazione specifica avrà, ai fini dei prezzi pubblici e la concessione di borse di studio e sussidi di studio, l'esame della formazione a livello di dottorato e il suo sviluppo non contano ai fini dei limiti di credito stabiliti nella sezione precedente dei requisiti di accesso.

Alla fine, dopo aver valutato il curriculum del candidato, possono essere richiesti ulteriori corsi di formazione specifici delle discipline in cui è inquadrato il dottorato. Pertanto, in quei casi in cui il comitato accademico ritiene che la formazione precedente del candidato non sia sufficiente o non sia adeguata per l'accesso al programma di dottorato, può essere richiesto che siano realizzati specifici complementi di formazione.

Gli studenti con specifiche carenze formative sono tenuti a prendere i complementi di allenamento. Gli studenti che sono tenuti a completare la formazione devono firmare la proposta corrispondente per i complementi di formazione preparati dal comitato accademico prima dell'approvazione per l'ammissione al programma. In questa proposta sarà inclusa una clausola in cui verrà indicato che il superamento dei complementi di formazione impedirà l'approvazione per la difesa della tesi di dottorato. Il tutor dello studente deve presentare una relazione al comitato accademico in cui approva il miglioramento totale o parziale dei suddetti complementi di formazione.

Il Regolamento di Insegnamento ufficiale del Dottorato Universidad de La Laguna stabilisce che i sistemi e le procedure di ammissione devono includere, nel caso di studenti con bisogni educativi speciali derivati ​​dalla disabilità, i servizi di supporto e consulenza adeguati, che valuteranno il bisogno di possibili adattamenti curricolari, itinerari o studi alternativi. Ammissione di studenti con bisogni educativi speciali.

Per quanto riguarda i sistemi di ammissione e le procedure adattate agli studenti con bisogni educativi speciali, possiamo dire che l'ULL ha servizi che supportano il gruppo di studenti con bisogni educativi speciali derivati ​​dal loro stato di disabilità.

Il 5% dei posti disponibili sarà riservato agli studenti che hanno riconosciuto un grado di invalidità pari o superiore al 33%, nonché a quegli studenti con bisogni educativi speciali permanenti associati a circostanze personali di disabilità, che durante la precedente istruzione hanno preciso di risorse e supporti per la sua completa normalizzazione educativa.

La Commissione accademica valuterà in dettaglio le richieste provenienti da studenti con bisogni educativi specifici derivanti dalla loro disabilità. Nei casi, saranno stabiliti i meccanismi di supporto necessari nel processo di ammissione in modo che lo studente possa completare con successo gli studi e gli eventuali adattamenti curriculari saranno analizzati individualmente.

La comunicazione del luogo concesso sarà compresa attraverso la pubblicazione degli elenchi ammessi nelle pagine web del Graduate Postgraduate dell'ULL, in modo tale che non venga inviata una scrittura personalizzata. Tuttavia, lo studente deve prendere la decisione di ammissione nella Scuola di specializzazione.

Regime di dedizione

Il programma di dottorato comprende il completamento degli studi di dottorato part-time. I criteri e le procedure di ammissione per gli studenti che optano per questo tipo di studio saranno esattamente gli stessi di quelli degli studenti a tempo pieno. Gli studenti possono passare dal part-time al full-time o viceversa, su richiesta e approvazione da parte del comitato accademico del dottorato.

Per definizione, è inteso che tutti gli studenti che si iscrivono a un programma di dottorato ufficiale saranno a tempo pieno.

Per qualificarsi come studente di dottorato in posizione part-time solitario, si dovrà presentare una domanda nei modi e nei termini stabiliti per esso, giustificare l'incapacità di eseguire questi studi sotto un full-time per motivi attività lavorativa, bisogni educativi speciali, esigenze di cura della famiglia, gli atleti ad alte prestazioni o di alto livello, così come quelli che sono contemplati nelle regole di permanenza della ULL o, se del caso, le regole che si sviluppano.

Queste richieste saranno risolti prima del periodo stabilito per l'iscrizione a studi di dottorato da parte del comitato scientifico del corrispondente programma di dottorato. Contro questa decisione può essere presentato ricorso davanti al Rettore entro un mese dalla notifica.

Gli studenti di dottorato possono richiedere il cambio del regime di dedica per giustificati motivi. La commissione accademica del programma ufficiale di dottorato pubblicherà una relazione a questo proposito autorizzando o negando tale cambiamento. Contro questa risoluzione, un appello può essere presentato al Rettore entro un mese dalla sua notifica.

Requisiti di permanenza

La durata degli studi di dottorato sarà di massimo tre anni per quegli studenti a tempo pieno, dall'ammissione dello studente di dottorato al programma fino alla presentazione della tesi di dottorato.

Se dopo il suddetto periodo di tre anni non è stata presentata la domanda di deposito della tesi, il dottorando può richiedere l'estensione di questo termine per un altro anno che, eccezionalmente, potrebbe essere prorogato per un altro anno supplementare, alle condizioni che sono state stabilito nel corrispondente programma di dottorato. La commissione accademica del programma di dottorato ufficiale rilascerà in ciascun caso una relazione a tale riguardo al direttore della Scuola di dottorato o all'organismo a cui è iscritto il programma di dottorato in cui è iscritta la parte interessata, che determinerà la relativa risoluzione. Contro questa risoluzione, un appello può essere presentato al Rettore entro un mese dalla sua notifica.

Nel caso di dottorandi a tempo parziale, questi studi possono avere una durata massima di cinque anni dall'ammissione al programma fino alla presentazione della tesi di dottorato. In questo caso, l'estensione può essere autorizzata per altri due anni. Termine che, allo stesso modo e in via eccezionale, potrebbe essere prorogato per un altro anno supplementare, alle condizioni stabilite nel programma di dottorato corrispondente. Il dottorando deve richiedere le estensioni corrispondenti, se applicabile. La commissione accademica del programma di dottorato ufficiale rilascerà una relazione al direttore della Scuola di dottorato o organismo a cui dipende il programma di dottorato in cui è iscritto, che determinerà la risoluzione corrispondente. Contro questa risoluzione, un appello può essere presentato al Rettore entro un mese dalla sua notifica.

Nel caso di studenti di dottorato che hanno cambiato il loro regime di dedizione durante il corso dei loro studi, un fattore di 5/3 è stabilito per il passaggio dalla dedizione a tempo pieno a deduzione a tempo parziale e 3/5. per i cambiamenti da parziale a pieno dedizione, ai fini del calcolo temporaneo stabilito nelle sezioni uno e tre di questo articolo.

Ai fini del calcolo dei periodi indicati nelle precedenti sezioni non saranno presi in considerazione congedi per malattia, gravidanza o altre cause previste dalla normativa vigente.

Allo stesso modo, il dottorando può richiedere un ritiro temporaneo dal programma per un periodo massimo di un anno, che può essere prolungato fino a un altro anno. Tale richiesta deve essere indirizzata e giustificata dinanzi alla commissione accademica responsabile del programma. La commissione accademica del programma di dottorato ufficiale rilascerà una relazione al direttore della Scuola di dottorato o organismo a cui il programma di dottorato in cui è iscritta la parte interessata determinerà la risoluzione corrispondente. Contro questa risoluzione, un appello può essere presentato al Rettore entro un mese dalla sua notifica.

L' Universidad de La Laguna ha anche un regolamento di permanenza, che può essere consultato al seguente link, e che si riferisce agli studi di dottorato solo indica quanto segue (articolo 2): nel caso di studi di dottorato , le regole di progresso e di permanenza saranno adeguate a quanto stabilito nell'attuale Regolamento statale, al suo sviluppo normativo da parte Universidad de La Laguna e, ove applicabile, a quanto previsto da ogni regolamento che elabora le disposizioni di tali regolamenti.

Questa scuola offre corsi di studio in:
  • Spagnolo
  • Inglese


Ultimo aggiornamento June 19, 2018
Durata e prezzo
Questo corso è Obbligo di frequenza
Start Date
Data d'inizio
Settembre 2018
Duration
Durata
Part time
A tempo pieno
Price
Prezzo
Information
Deadline
Locations
Spagna - Santa Cruz de Tenerife, Isole Canarie
Data d'inizio : Settembre 2018
Scadenza domanda Richiedi info
Data di conclusione Richiedi info
Dates
Settembre 2018
Spagna - Santa Cruz de Tenerife, Isole Canarie
Scadenza domanda Richiedi info
Data di conclusione Richiedi info