Keystone logo
Boston University School of Theology Teologia pratica, dottore in filosofia
Boston University School of Theology

Teologia pratica, dottore in filosofia

Boston, Stati Uniti d'America

5 Years

Inglese

Tempo pieno

Request application deadline

Sep 2023

Request tuition fees

Nel campus

Borse di studio

Esplora le opportunità di borse di studio per contribuire a finanziare i tuoi studi

Introduzione

Lo scopo del corso di dottorato in Teologia pratica è quello di scoprire ed estendere le conoscenze e migliorare le competenze di insegnamento nella teologia pratica. La teologia pratica è lo studio interdisciplinare teologicamente posizionato delle pratiche delle comunità religiose e delle tradizioni e dei contesti sociali che modellano e sfidano tali pratiche. Le pratiche di qualsiasi comunità religiosa sostengono e trasformano quella comunità incarnando i suoi valori condivisi e mettendo in atto le sue narrazioni fondamentali. Esempi di tali pratiche includono rituali liturgici; atti di servizio, giustizia e compassione; pratiche di educazione, educazione e formazione e trasmissione della tradizione di una comunità ad altri all'interno di nuovi contesti culturali e sociali. Le pratiche religiose appaiono in tutte le tradizioni di fede, sebbene con le loro storie uniche e le impostazioni istituzionali e i loro distintivi testi sacri, rituali, simboli e comprensioni teologiche.

Il programma di dottorato in teologia pratica presso la Boston University School of Theology , sebbene posizionato come studio teologico delle pratiche cristiane riguardanti i testi, le idee, la storia e le istituzioni di quella particolare tradizione nelle sue varie manifestazioni, incoraggia lo studio comparativo di tali pratiche con altre tradizioni religiose e dal punto di vista di discipline e metodologie affini come la storia, la sociologia, la psicologia, l'antropologia culturale, la teoria dei rituali, la filosofia e l'etica. Come per tutti i programmi di studio presso la Boston University, gli studenti non devono identificarsi come aderenti al cristianesimo o a qualsiasi tradizione religiosa per impegnarsi in questo studio.

Nello studio delle pratiche delle comunità religiose, il programma di dottorato in teologia pratica è progettato per preparare gli studenti a comprendere e valutare la situazione contemporanea, riflettere storicamente e sistematicamente sulla testimonianza di fede incarnata della chiesa e sviluppare strategie fedeli ed efficaci per la pratica cristiana. Sebbene abbia una struttura comune e un centro ecclesiologico, questa preparazione sottolinea la particolarità del contesto. Richiede un focus sulla diversità che richiede solide capacità interdisciplinari e un acume altamente integrativo. I partner interdisciplinari primari e l'approccio metodologico nello studio delle pratiche religiose dovranno essere scelti in relazione alla particolarità delle pratiche in questione e affrontare problemi specifici. Allo stesso tempo, ci sono compiti condivisi per i quali il programma di dottorato prepara ogni studente.

In primo luogo, gli studenti devono essere in grado di fornire una descrizione, un'analisi e un'interpretazione spesse delle pratiche. Il singolo studente si avvicinerà tipicamente a questa descrizione principalmente dall'interno di una singola disciplina particolare (come storico o come sociologo, per esempio). Pertanto lo studente deve acquisire dimestichezza con un particolare linguaggio e metodo di ricerca. Tuttavia, lo studio della teologia pratica richiede forti capacità interdisciplinari e un acume altamente integrativo. Una comprensione teologica delle pratiche all'interno del loro contesto non è mai solo una scienza empirica o storica, ma parte da una situazione ermeneuticamente definita e impiega capacità interpretative che portano alla luce il significato delle azioni umane, rendendone possibili 'letture' riccamente strutturate.

In secondo luogo, gli studenti di teologia pratica devono impegnarsi in una riflessione teologica critica e comparativa. La disciplina della teologia pratica va oltre un momento iniziale e più descrittivo verso il compito creativo in corso di reimmaginare e trasformare la pratica. In tal modo, la disciplina richiede a tutti i dottorandi una capacità di pensare sistematicamente e storicamente alle credenze e alle pratiche della fede cristiana e di porre domande e formulare giudizi riguardanti le visioni condivise di bontà, bellezza e verità contenute nei testi sacri. , rituali e modelli della comunità di quella tradizione, sempre in conversazione con altre tradizioni religiose e secolari. In questo modo, la ricerca teologica pratica non si riduce mai a mera descrizione, da un lato, o capitolazione a considerazioni pratiche, inerzia istituzionale e forze contestuali, dall'altro.

In terzo luogo, il programma di dottorato in teologia pratica preparerà gli studenti a sviluppare strategie contestualizzate per sostenere e trasformare la pratica in stretta relazione alle esigenze istituzionali delle comunità di fede e dell'esperienza religiosa vissuta dalle persone nei loro contesti sociali, politici e culturali. In questo compito, gli studenti dovranno anche entrare in dialogo con una serie di partner disciplinari, come le arti della musica e della retorica o le scienze dell'educazione, della gestione organizzativa e della comunicazione. Questo approccio alla teologia pratica differisce da quelli che lo considerano un curriculum progettato per preparare ministri cristiani o come una raccolta di corsi di abilità professionali per il suo focus sull'interpretazione integrata di una tradizione religiosa, dei problemi che deve affrontare quella tradizione e dei ruoli svolto da tutte le discipline dell'educazione teologica nonché dalle varie arti e scienze nell'affrontare questi problemi. In secondo luogo, questo approccio differisce dalle concezioni dell'educazione teologica che dividono le discipline in quelle classiche che formano un nucleo essenziale e poi discipline pratiche come mera "applicazione" del nucleo. Nel corso di dottorato presso la Boston University School of Theology , la pratica è l'applicazione e la fonte generatrice delle norme teologiche. In terzo luogo, mentre questo approccio alla teologia pratica includerebbe lo studio di pratiche tradizionalmente chiamate `` teologia pastorale '' (incentrate sulla guida della liturgia e dei rituali, predicazione, evangelizzazione, educazione e formazione religiosa, azione e sensibilizzazione sociale, costruzione di comunità e organizzazione ), qui l'agente della pratica è la stessa comunità di fede, non solo o principalmente un sacerdozio o il clero. Il programma proposto, quindi, espande il vecchio paradigma "clericale" della teologia pratica.

Sulla scuola

Domande

Corsi simili

  • PhD in Study of Islam
    • Johannesburg, Sudafrica
  • Programma di dottorato in studi islamici
    • Englewood, Stati Uniti d'America
  • Dottorato di ricerca in Counseling e Spiritualità
    • Ottawa, Canada