Keystone logo

Charles University Faculty of Arts

A logo

introduzione

“Fin dall'inizio dei miei studi, ho stabilito il mio principio che ogni volta che trovo un'opinione più corretta, abbandonerò immediatamente la mia opinione meno corretta e abbraccerò con gioia l'opinione più giustificata, sapendo che tutto ciò che sappiamo è solo un frammento infinitesimale di ciò che non conosciamo”.

Jan Hus, filosofo e riformatore della Chiesa, alunno della Facoltà di Lettere

La Facoltà di Lettere della Charles University è attualmente una delle più grandi e importanti istituzioni di ricerca e istruzione nelle arti e nelle discipline umanistiche dell'Europa centrale. La Facoltà fu fondata nel 1348 dal re ceco e poi imperatore del Sacro Romano Impero Carlo IV che la stabilì come una delle quattro facoltà dell'università di Praga, in seguito intitolata a lui Università Carlo - la più antica università dell'Europa centrale a est della Francia e a nord di le Alpi. Da allora, è stato il centro intellettuale delle terre ceche: gli alunni della Facoltà, le loro azioni e le loro idee, hanno plasmato la società e la cultura ceca e nei momenti cruciali della storia ceca, la Facoltà di Lettere è sempre stata al cuore degli eventi.

Lo sapevi…

… il Dipartimento di Studi Egizi opera in Egitto da cinquant'anni e ha fatto scoperte significative? La loro scoperta della tomba di una sconosciuta regina egiziana ad Abusir nell'autunno 2014 è stata votata come uno dei 10 più grandi ritrovamenti archeologici nel 2014.

… nel 2014 il professor Tomáš Halík è stato insignito del prestigioso Premio Templeton, assegnato a persone che “hanno dato un contributo eccezionale all'affermazione della dimensione spirituale della vita”?

… Il professor Martin Hilský ha tradotto in ceco le opere complete di William Shakespeare?

Storia

La Facoltà di Lettere è stata fondata come una delle quattro facoltà originarie dell'Università Carlo - la più antica istituzione di istruzione superiore dell'Europa centrale - con l'emissione della Carta di fondazione il 7 aprile 1348. Carlo IV, nel perseguimento della sua politica statale e dinastica, si sforzò di stabilire il Regno di Boemia come centro del Sacro Romano Impero. Il suo piano era di concentrare studiosi nazionali e stranieri a Praga, che divenne la sua città residenziale, e quindi rafforzare la base del suo potere. In epoca pre-hussita, i due terzi di tutti gli studenti dell'università erano studenti della Facoltà Artistica dove acquisivano le conoscenze necessarie per poter studiare presso le altre tre facoltà (teologia, medicina, diritto). Uno dei privilegi di cui godeva la facoltà era il diritto di conferire diplomi di master e dottorato che davano diritto ai loro titolari di insegnare in qualsiasi università europea.

Durante i due secoli successivi alle guerre hussite, la Facoltà di Arti Liberali fu il cuore di tutta l'università. Dal XVII secolo fu chiamata Facoltà di Filosofia. Dall'inizio fino alla metà del XIX secolo, è stata una facoltà il cui programma è stato progettato per fornire un'istruzione superiore preparatoria per i futuri studenti delle altre facoltà. Dal Settecento in poi, il numero delle discipline accademiche iniziò ad aumentare: oltre alla filosofia, era possibile studiare estetica, matematica, astronomia, scienze naturali, ingegneria, economia, educazione e storia. Nel XIX secolo, oltre agli studi orientali, archeologici e religiosi, si ebbero sviluppi significativi nel campo della filologia e furono introdotte lauree in ceco, italiano, francese, inglese ed ebraico. Dopo le riforme del 1849-1850, la facoltà fu liberata dalla sua funzione propedeutica e acquisì pari dignità con le altre facoltà. Nel 1897, le donne furono autorizzate a studiare presso la Facoltà di Filosofia.

La Facoltà mantenne il suo significato nelle terre ceche anche dopo la divisione dell'Università di Praga in una parte ceca e una parte tedesca nel 1882. Durante la cosiddetta Prima Repubblica Cecoslovacca (1918-1938), la vita dell'università fu modellata in particolare dalla secessione della Facoltà di Scienze Naturali nel 1920 e dall'acquisizione di un nuovo edificio sull'argine Moldava – quello dove si trovano ancora la maggior parte dei dipartimenti e delle aule. La chiusura della Facoltà a causa dell'occupazione nazista nel 1939 fu seguita da una brutale persecuzione di insegnanti e studenti. Gli anni produttivi ed entusiasmanti dopo la fine della seconda guerra mondiale si conclusero violentemente nel 1948 con il colpo di stato comunista e i successivi quarant'anni di regime comunista. La partenza forzata di dozzine di eccellenti insegnanti e l'introduzione di materie marxiste-leniniste hanno determinato il rapido declino della ricerca e dell'insegnamento. Le speranze di un cambiamento sociale diffuso alla fine degli anni '60, la cosiddetta "Primavera di Praga", durante la quale la Facoltà iniziò a richiamare personalità significative dell'epoca, come il filosofo Jan Patočka, furono distrutte dall'invasione sovietica nell'agosto 1968. Nel gennaio 1969, Jan Palach, uno studente della Facoltà, si suicidò per immolazione in segno di protesta politica. La piazza dove si trova l'edificio principale e la biblioteca centrale della Facoltà di Lettere portano il suo nome. Dopo la caduta del regime comunista e la partenza dei suoi seguaci compromessi nel 1989, la Facoltà si è affermata ancora una volta come una delle istituzioni più prestigiose nel campo delle scienze umane sia nella Repubblica Ceca che nell'Europa centrale.

Posizioni

  • Faculty of Arts Charles University in Prague Jan Palach Square 2 116 38 Prague 1, , Prague

Domande